Negli ultimi tempi si parla tanto di storytelling nel web, l’avrete notato. Cos’è lo storytelling? Il raccontare una storia, trasformare pezzi di vita in un racconto da narrare, da scrivere, da condividere. E questo accade anche nel mondo nell’ottica, non solo sui social.

Ogni paio di occhiali racchiude una storia tutta sua, pronta per essere indossata dal volto di colui che sceglierà di appropriarsene per modellarla su se stesso.

Oggi vi parlo di una creazione che racchiude una storia bella come poche, un occhiale ideato e realizzato proprio grazie a tutto quello che ne precede la nascita: il progetto Origami Tales.

Origami Tales nasce con uno scopo ben preciso: soddisfare le necessità di tutti quei bimbi che, spesso, sono costretti a indossare occhiali che non li fanno sentire a proprio agio.

Jochen, scultore e restauratore – e oggi designer dell’azienda – insieme a sua moglie ha dato vita a questo progetto per realizzare un piccolo grande desiderio della sua bambina: indossare degli occhiali non solo di qualità, ma anche gradevoli dal punto di vista estetico e dalla buona comodità sul naso. La piccola Costanza, a soli 4 anni, era purtroppo costretta a indossare occhiali non adatti al suo volto o, peggio ancora per una bimba, non apprezzati per il lato estetico. Prima della nascita di Origam Tales, infatti, Costanza era praticamente costretta a indossare occhiali rosa, il colore che più detestava.

Da questa frustrazione, dopo mesi di studi, prototipi e soluzioni varie, i suoi genitori hanno partorito Origami Tales, con una particolare attenzione  all’utilizzo di materie prime che fossero il più possibile naturali, piacevoli e sane. Un’attenzione quanto più reale dal momento che questi occhiali sarebbero stati indossati dalla persona più cara ai due ideatori: la loro bimba.

La produzione degli occhiali si svolge esclusivamente all’interno dell’atelier in provincia di Firenze.
Dal 2004 ad oggi, il prodotto si è ovviamente evoluto con molti cambiamenti e perfezionamenti, tuttavia senza mai tradire i suoi principi di base.
I prodotti si caratterizzano per la confortevole calzata e per la lavorazione dei modelli in modo scultoreo, con le aste dipinte a mano utilizzando solo colori vegetali estratti dalle piante.

Origami Tales | Nico Caradonna

 

 

Una collezione giocosa, ricca di entusiasmo, ma al tempo stesso giovane e fresca e con qualcosa (di bello) da raccontare. Un progetto talmente affascinante che Ilenia Galia, giovane designer, ha deciso di trasformarlo nella sua tesi di laurea magistrale. E io, a mia volta, ho deciso di raccontarlo in un post.

La linea Origami Tales è stata presentata in anteprima mondiale all’edizione di Mido 2015 di quest’anno ed è stata accolta con notevole successo.

La collezione sarà sul mercato da fine settembre in coincidenza col salone internazione di ottica Silmo, a Parigi.

Ottico, ortottista e optical design blogger. Vivo la mia passione per gli occhiali nel negozio di ottica di famiglia ed amo raccontare sui social le storie che hanno come protagonisti gli occhiali e le persone.